I primi corpi sottili, anima e mente negativa

La profondità dei nostri corpi sottili, l'anima e la mente negativa. l'anima è il nucleo più profondo, la mente negativa è il primo guardiano.

Primo corpo :  l’ anima guru nanak
il cuore oltre la testa
umiltà, creatività

La mia vita è un flusso creativo che segue le necessità della mia anima ?
Ciò che faccio viene dal cuore ?

Il primo corpo è costituito dall’anima.

Connette te stesso con l’infinito.
Rappresenta l’esperienza del flusso dello spirito dentro te stesso.

La tua anima è l’espressione individuale dello spirito; contiene il nucleo della tua energia, le fondamenta del tuo sé.
Se il tuo primo corpo è debole ragionerai con la tua testa invece che con il tuo cuore.
Potresti sentirti bloccato; incapace di accedere alla necessità di fluire creativamente nella vita.

Quando la tua anima è forte, vivrai secondo quanto dice il tuo cuore, e non la tua testa;

la tua creatività fluirà semplicemente, con purezza.

Quando acquisirai la maestria della tua anima, arriverai in uno stato di grande umiltà e creatività.

Sarai così connesso con il tuo stato di infinito e riuscirai a rilassarti nel flusso dell’energia divina utilizzandola per creare bellezza nella tua vita.

Chiavi per il riequilibrio : risveglio della kundalini, apertura del cuore.

 

 

Secondo corpo :Mente negativa (protettiva)
Guru Angad

desiderio di appartenenza, contenimento obendienza

Posso derminare se c’è pericolo nelle situazioni ?

La mente negativa ti aiuterà a dare forma alla creatività della tua anima grazie alle capacità di limitarci, di dare forma alle cose ed al discernimento.
Instillerà dentro di te il desiderio di appartenenza, la più grande espressione possibile che ti guiderà verso la connessione profonda con il tuo sé divino.
Ti donerà la pazienza di essere obediente alla tua guida interiore.

Cosa è la paura?
E’ questo il mantra di una mente negativa.
Le sue qualità sono protettive e reattive.
Il suo obiettivo è quello di segnalare il pericolo per proteggerci dal male.
Quando la mente negativa non è in equilibrio, si vive in uno stato mentale di paura;
nascondendo la tua testa sotto terra, invece di vivere lo stato di libertà dell’anima, vedendo solo aspetti negativi delle situazioni, l’isolamento per il timore della vita stessa e la ripetizione compulsiva degli stessi schemi senza imparare le lezioni.
Quando restiamo congelati dalla paura rischiamo di rimanere prigionieri nella gabbia delle auto-limitazioni.
La coscienza non vive comoda nello spazio di una terribile, mente sottomessa.
E’  normale che la paura prenda il sopravvento, e ti suggerisca un riparo dagli stimoli della vita, per sentirsi al sicuro.
Quanto più cominicerai a conoscere le paure ed  abbracciarle, tanto più esse non avranno più alcuna energia su di te.
Tutto diventa allora una esperienza di apprendimento verso la coscienza.

Chiavi per il riequilibrio : il valore della disciplina – lo sviluppo di relazioni integre.

Pubblicato il: 20 August 2021

Blog

Lascia il tuo primo commento!

Inserisci il tuo commento