Lo Yoga kundalini e le transizioni

Lo yoga ci insegna che esistono dei cicli di vita; tre linee che disegnano la nostra esistenza e gestiscono le nostre modalità di azione e reazione a ciò che capita.

Le transizioni sono degli aspetti molto importanti della vita.

Tutti ci passiamo ci siamo passati o ci passeremo, tutti siamo siamo stati, o saremo bambini, adolescenti, adulti, maturi, vecchi, e tutti prima o poi faremo i conti con la morte.

Lo yoga ci insegna che esistono dei cicli di vita; tre linee che disegnano la nostra esistenza e gestiscono le nostre modalità di azione e reazione a ciò che capita.
Questi cicli viaggiano contemporaneamente nella nostra vita, accompagnandoci nelle nostre avventure.
Prima di entrare in profondità dentro ognuno di questi cicli, devo tornare alle transizioni.

Le transizioni, sono il passaggio tra un ciclo ed un altro.
Al cambiare di un ciclo, cambia il modo in cui prendiamo decisioni, consolidiamo le intuizioni, le emozioni e le prospettive dei nostri interessi.
Si tratta di una fase chiaramente molto critica della vita, ed ognuno di noi ci ha sicuramente fatto le spese personalmente.
L’obiettivo della nostra anima è quello di evolversi, e gli stati di transizione, sono una grande porta per l’evoluzione.

Secondo lo yoga, il gioco della vita è sempre lo stesso:

Affrontiamo continuamente e ripetutamente il tentativo della nostra anima di avere un’esperienza non duale.

Il bello è che di norma non abbiamo la percezione di come questo processo si muova, e non capiamo come quello che ci capita possa venire associato a ciò che ci è capitato in passato.
Almeno fino a che qualcuno non ci sbatte in faccia la verità.
Che sia uno psicologo, che sia un prete, un maestro di yoga, o il nostro amato, ogni tanto può capitare che qualcuno ci porga la possibilità di seguire il filo aggrovigliato delle nostre esperienze, e trovare la quadra giusta per interpretarlo.

Qual’è il senso della vita?
Eh Bella domanda. Per una domanda così apparentemente banale, perdonami una risposta apparentemente banale.

LO SCOPO DELLA VITA È ESSERE FELICI.

Ma a questo punto, cos’è felicità?
Ok, ora io vorrei lasciarti 5 secondi per riflettere su questo, mentre segui il mio ragionamento fino alla fine.
Ora fermati un attimo.

Fai un respiro …

ok, prosegui

Abbiamo iniziato questo post parlando del fatto che dentro di te c’è un’anima.
Ok, per lo yoga la felicità è comunicare chiaramente con questa parte nascosta di noi, permettendole la libera conoscenza della vita attraverso esperienze non duali.

Sì, ma come si fa?
Non esiste stratagemma.

La chiave è nelle abitudini quotidiane, nello stile di vita che dà qualità ai pensieri, alle parole e alle azioni che ogni giorno compiamo.

Il risultato è felicità [appagamento animico] o meno.

più grave è chiamarla religione.

LO YOGA È LA TECNOLOGIA PER PASSARE ATTRAVERSO QUESTA ESPERIENZA E PRENDERNE IL MASSIMO DEL BENEFICIO.

Esistono quindi strategie, alcune buone altre meno.

Quella di circondarsi di una comunità di persone che la vedono nello stesso modo è una buona strategia.
Le persone si amano, si frequentano e si aiutano. Questo blog ha per esempio questo obiettivo.
Riempire la pagina dei tuoi commenti è un modo per partecipare alla creazione di questa comunità virtuale gli insegnamenti dello yoga come valide [non sono i miei insegnamenti, non sono un guru, sono solo un tramite].

LA PIÙ IMPORTANTE STRATEGIA SI CHIAMA ABITUDINE.

Le abitudini sono come dei solchi nella tua vita.

Ti danno una direzione chiara e uno schema di pensiero.
Chiaramente esistono abitudini buone ed abitudini meno buone.
Le abitudini sono investimenti nel tempo.

Quali sono le abitudini per cui vale la pena investire?

Esistono nella tua vita abitudini per cui sarebbe meglio dis-investire?

Il bello è che dentro di te sai benissimo quali sono le abitudini giuste che dovresti seguire…

Ma allora perchè non lo fai?

Qual’è il limite davanti a cui ti fermi?

Questa è la risposta interessante.
Se analizzi ora quel limite ti accorgerai che magari sotto altre spoglie, lo stesso limite nella tua vita ti ha sempre impedito di evolverti.

Nel prossimo post faremo una lista delle buone abitudini.
Se hai voglia di commentare qui sotto inserendo qualche risposta alle domande poste farai un gran servizio a chi leggerà dopo di te.
Se questo articolo ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici, farai un servizio a loro, a te ed anche alla compagnia dello yoga.

Pubblicato il: 19 August 2021

Blog

Articoli correlati

...

Yogi Bhajan

20 August 2021

...

Ottavo Chakra

20 August 2021

Lascia il tuo primo commento!

Inserisci il tuo commento